foto pizzo Formico

Pizzo Formico

Il pizzo Formico e il rifugio parafulmine offrono un ottimo mix di avventura e relax difatti sono particolarmente visitati ogni stagione. La camminata verso il rifugio parafulmine è molto semplice e adatta a tutti anche se non allenati; la salita verso il pizzo Formico è sì adatta a tutti, ma richiede uno sforzo maggiore.
Total distance: 10.04 km
Max elevation: 1618 m
Min elevation: 1241 m
Total climbing: 502 m

Difficoltà tecnica: ★★☆☆☆

Tempo di percorrenza: 4.30h

Lunghezza percorso: 10 km

Indicazioni

Per la vetta

Arrivati nel paese di Gandino seguiamo i cartelli stradali che portano a Pizzo Formico o al Rifugio Parafulmine. Se il parcheggio non è pieno, sarà possibile lasciare l’auto in un parcheggio sulla destra vicino all’inizio del sentiero (esattamente qui). In questo punto, possiamo dare un’occhiata alla mappa del territorio in cui ci troviamo. 

Una volta parcheggiata l’auto possiamo partire all’avventura. Lasciamo il parcheggio sulla nostra destra e percorriamo la strada, che per ora è ancora asfaltata. (Fig.1). Proseguiamo dritti, dovremmo arrivare ad un bar ristorante situato a sinistra dello stradone che stiamo percorrendo (Fig.2). Avanziamo ancora e arriveremo al primo bivio di questo percorso: teniamo la sinistra (Fig.3). 

Siamo all’inizio del sentiero sterrato. Una volta arrivati in cima alla strada percorsa finora sarà possibile addentrarci nella natura. Attenzione, l’imbocco non è ben visibile, si trova a sinistra di un’abitazione (Fig.4). Una volta preso il percorso sterrato continuiamo dritti, sarà possibile anche vedere qua e là qualche indicazione, anche in bergamasco (“Parafulmen”) (Fig.5). 

Continuando usciamo di nuovo su una strada asfaltata. Manteniamo la nostra direzione e proseguiamo dritti. (Fig.6). 

 

Si presenterà un altro bivio nel nostro percorso, teniamo la strada principale, quindi stiamo sulla destra (Fig.7). Poco più avanti però si presenterà un sentiero che sale verso sinistra e si distacca dalla strada su cui ci troviamo, prendiamolo. (Fig.8)

La conferma del fatto che sia la strada giusta ce la darà un cartello in legno che indicherà il Pizzo Formico (la vetta) a una distanza di 40 minuti (Fig.9). Più avanti, sarà possibile passare accanto ad un laghetto (Fig.10); superiamolo e subito dopo andiamo verso sinistra (Fig.11). Da questo punto dovrebbe essere semplice riuscire a seguire la vetta, dato che è a vista. 

Percorriamo quindi il sentiero presente sulla cresta (Fig.12), che ci condurrà esattamente alla croce del Pizzo Formico (Fig.13). Siamo in vetta!

Dopo aver preso qualche minuto di pausa per riposare, torniamo verso casa, ma facendo tappa anche al rifugio Parafulmine. Per far ciò, proseguiamo scendendo dalla parte opposta di quella da cui siamo arrivati (Fig.14). 

 

Scendendo dall’altro versante la strada non è troppo complicata (Fig.15). Avanti ci sarà una sorta di “incrocio”, Percorriamo la strada che scende dal lato destro, lasciandoci a destra anche la staccionata (Fig.16). Proseguiamo fino al prossimo bivio, nel quale andiamo a sinistra avvicinandoci a un casolare (Fig.17). 

Attenzione, se abbiamo fatto tutto giusto troveremo sulla nostra destra un laghetto delimitato da una staccionata, aggiriamolo (Fig.18) e proseguiamo lungo un sentiero poco visibile in foto, a sinistra di una piccola struttura in cemento (Fig.19). 

Da questo punto non dovrebbe essere complesso completare il nostro giro. Proseguiamo lungo il sentiero principale (Fig.20) (Fig.21) e più avanti sarà possibile vedere in lontananza il rifugio Parafulmine (Fig.22). Ancora qualche centinaia di metri ed eccoci arrivati! (Fig.23)

Da questo punto possiamo scendere e ricongiungerci alla strada che abbiamo fatto per arrivare in vetta. Al bivio che incontriamo lungo la nostra discesa andiamo a sinistra. (Fig.24)

Bollettino metereologico