Filaressa Monte di nese

Filaressa – Monte di Nese

Spettacolare single track passante per il monte Costone e la fantastica Filaressa
Total distance: 12.94 km
Max elevation: 1196 m
Min elevation: 696 m
Total climbing: 1023 m

Difficoltà tecnica: ★★★★☆

Tempo di percorrenza: 6h

Lunghezza percorso: 13km

Sentieri: CAI 534 – CAI 531 – CAI 533

Indicazioni

Attenzione: Si tratta di un single track abbastanza impegnativo e da non sottovalutare. Per affrontare al meglio la seguente avventura non bisogna farsi trovare impreparati e occorre avere un buon equipaggiamento tecnico.  

Per il sentiero 

Pronti per un’altra avventura! Per intraprendere il percorso dobbiamo partire da Lonno e poi arrivare in località Salmezza (per visionare il tratto Lonno – Salmezza clicca qui) Una volta arrivati a Salmezza, più precisamente sull’ultimo pezzo di sentiero/mulattiera, svoltare a destra (Fig. 1), proseguire e svoltare di nuovo a destra, dovremmo essere arrivati su una strada asfaltata (Fig. 2). 

Continuiamo sull’asfalto, percorrendo due tornanti, il primo a sinistra (Fig. 3, Fig. 4) e il secondo a destra (Fig. 5). Andando avanti per qualche decina di metri dovremmo notare sulla nostra sinistra l’ingresso ad un “sentiero” sterrato, stiamo attenti a notarlo e prenderlo (Fig. 6). Il sentiero appena preso dovrebbe essere inizialmente di tipo roccioso (Fig. 7) per poi diventare terra, dovremmo anche riuscire a notare la vetta Filaressa, uno dei nostri obiettivi di questo percorso (Fig. 8). 

Continuando dritti per qualche minuto arriviamo ancora su strada, andiamo dritti  e imbuchiamo la strada che vediamo di fronte a noi, dovremmo essere in grado di riconoscerla per via di una sbarra rossa (Fig. 9). Questa via ci porterà all’inizio del vero e proprio sentiero che ci farà raggiungere prima il monte Costone, poi la Filaressa. 

Per le vette 

Manteniamo la strada sulla quale ci troviamo finché non siamo in grado di notare un’uscita sulla sinistra (Fig. 10), dovrebbe anche essere possibile vedere il cartello “531 Filaressa” (Fig. 11). Proseguiamo il sentiero che inizierà a diventare sempre più tecnico (Fig. 12), dopo una lieve salita si noterà la vetta del Costone (Fig. 13). 

Arriviamo in vetta, facciamo un momento di pausa e proseguiamo scendendo dal versante opposto (Fig. 14), stando attentissimi: la pavimentazione non è di certo delle migliori, è molto facile scivolare. Arrivati in fondo alla discesa ci troveremo davanti ad un bivio, prendiamo la strada di sinistra se vogliamo arrivare in vetta della Filaressa (Fig. 15), altrimenti la strada di destra ci porterà direttamente al monte di Nese o anche solo alla sua forcella (Fig. 16). 

Attenzione, il sentiero per la Filaressa non è per niente facile, anzi. Si tratta di un sentiero molto tecnico e molto pericoloso, assolutamente da evitare se inesperti o non attrezzati adeguatamente. In caso scegliessimo di intraprendere il sentiero per la vetta Filaressa noteremo quasi subito la sua difficoltà tecnica (Fig. 17, Fig.18). 

Dovremo stare molto attenti ai precipizi e circa un quarto d’ora dopo aver passato il bivio ai piedi del sentiero noteremo probabilmente già la fantastica vetta (Fig. 19, Fig. 20). Eccoci arrivati, prendiamo come sempre qualche minuto di pausa prima di scendere, per dare ai muscoli e al fisico la possibilità di lavorare meglio. 

Monte di Nese e ritorno a Lonno 

Una volta pronti a scendere dalla vetta prendiamo il sentiero che ci porterà al monte di Nese, Il sentiero sul quale dobbiamo andare è lo stesso che ci ha portato in cima alla Filaressa per quanto riguarda il primo tratto, di conseguenza, torniamo indietro qualche metro e invece che scendere sulla destra per tornare dove eravamo, proseguiamo dritti (Fig. 21). 

Il sentiero dovrebbe semplificarsi man mano lo proseguiamo, diventando meno tecnico (Fig. 22). Sempre dritti per un po’ e arriveremo su uno stradone (Fig. 23). Mancherà veramente poco ad arrivare alla forcella del monte di Nese, prenderemo la strada più a sinistra, seguendo le indicazioni per Salmezza (Fig. 24, Fig. 25). 

Andiamo avanti stando attenti a non perdere il sentiero, costeggiamo così delle recinzioni tenendo la sinistra (Fig. 26), dopo qualche minuto il sentiero dovrebbe concludersi e allacciarsi con una strada, svoltiamo a destra, andando così in discesa (Fig. 27). Vediamo così che la direzione appena presa dovrebbe portarci su asfalto, continuiamo dritti stando a sinistra (prendendo la strada che sale) (Fig. 28). 

Continuiamo la nostra camminata (Fig. 29), se abbiamo fatto tutto correttamente sulla nostra destra ci sarà un parcheggio, arrivati in fondo alla strada imboccata, superato il parcheggio, prendiamo delle scalette alla nostra sinistra (Fig. 30) (è possibile notare anche i cartelli CAI). Finite le scalette potremo ritornare su sentiero (Fig. 31). Continuando incontriamo due bivi, basterà tenere la destra in entrambi (Fig. 32, Fig.33). 

Se abbiamo fatto correttamente ci troviamo sul sentiero che ci porterà a Lonno di nuovo. Seguiamo quindi sempre il sentiero principale (Fig. 34, Fig. 35), il quale sbucherà accanto al campo di calcio. Eccoci arrivati al punto di partenza! (Fig. 36). 

Bollettino meteorologico